Dott. Emmanuele Caldarulo - Ecografie ed Infiltrazioni ecoguidate

Medicina rigenerativa

Medicina rigenerativa

La medicina rigenerativa individua ed attiva le cellulite multipotenti. La loro azione rigenerativa contribuisce alla guarigione dei tessuti interessati.

Negli ultimi anni gli studi di biologia e lo studio delle cellule ha portato alla comprensione di tanti fenomeni fisiologici del nostro corpo e di tante malattie, consentendo di “scoprire” l’esistenza di cellule del nostro corpo che hanno la capacità di rigenerare alcuni tipi di tessuti.

Ogni nostro tessuto conserva delle cellule particolari, definite multipotenti, che vengono attivate ad esempio ogni volta che ci si fa male e costituiscono per il nostro corpo una risorsa di guarigione.

La medicina rigenerativa si preoccupa di identificare queste cellule o gruppi cellulari e di attivare e promuovere questa funzione rigenerativa con lo scopo di riparare i tessuti.

Si è scoperto che il grasso sottocutaneo ed il sangue costituiscono una fonte facilmente accessibile e abbondante di questo tipo di cellule dall'alto potenziale rigenerativo. Queste cellule, una volta raggiunta la sede da trattare, svolgono un’azione antinfiammatoria, riparano le strutture articolari e tendinee, e migliorano la lubrificazione dell’articolazione. Non è ancora chiaro se questo tipo di trattamento promuova anche la rigenerazione dello strato cartilagineo, nonostante alcune evidenze scientifiche sembrano avvalorare questa ipotesi.

Medicina Rigenerativa per l’artrosi

L’artrosi è una patologia caratterizzata da alterazioni degenerative di una o più articolazioni, in cui si instaurano lesioni progressive della cartilagine articolare e dell’osso sottostante.

Quando la cartilagine viene usurata, fino a scomparire, le ossa nel movimento articolare fanno frizione una sull'altra e vengono danneggiate. Questo provoca dolore, gonfiore e limitazione nel movimento.

Le articolazioni più coinvolte sono le anche, le ginocchia, le caviglie, ma è molto frequente anche in mani, piedi e colonna vertebrale.

Il recente affermarsi della medicina rigenerativa ha alimentato nuove speranze nella cura dell’artrosi, numerosi studi scientifici evidenziano l’efficacia dell’uso di concentrati cellulari nel trattamento della patologia articolare, in particolare le cellule staminali mesenchimali isolate dal grasso corporeo e i fattori di crescita ottenuti dalle piastrine presenti nel sangue (PRP o plasma ricco di piastrine).

Medicina Rigenerativa per lo sport

La medicina rigenerativa è indicata anche negli sportivi per un più veloce recupero delle attività, in caso di patologie tendinee: epicondilite, tendinite dell'Achille, tendinite del rotuleo; lesioni muscolari (strappi e distrazioni) oppure, al fine di ristabilire una corretta funzionalità articolare in caso di lesioni cartilaginee, post traumatiche o da sovraccarico.

PRP (Plasma Ricco di Piastrine)

Che cosa è il PRP? È una procedura invasiva o dolorosa per chi vi si sottopone?

Il Plasma Ricco di Piastrine (PRP) è un concentrato di piastrine che sfrutta l'azione di molecole ad azione anti-infiammatoria (citochine) e di fattori di crescita ottenuti dalla centrifugazione del sangue del paziente stesso, in seguito ad un semplice prelievo.I fattori di crescita sono proteine coinvolte nello stimolare la proliferazione e la maturazione cellulare e sono molto importanti nella guarigione delle lesioni e nei processi rigenerativi.

È una metodica mini-invasiva che prevede due fasi:

  • prelievo del sangue e centrifugazione dello stesso ad alta velocità attraverso appositi kit, eseguibile presso il centro trasfusionale o in strutture autorizzate, ottenendo un composto fluido il PRP.

  • somministrazione del PRP all’interno dell’articolazione o del tendine da trattare, mediante un’infiltrazione eseguita sotto guida ecografica, in modo da raggiungere il bersaglio con estrema precisione e sicurezza.

Come avviene il prelievo delle cellule staminali dal tessuto adiposo? È una procedura invasiva o dolorosa per chi vi si sottopone?

È una metodica mini-invasiva che può essere eseguita solo in un ambulatorio chirurgico o in sala operatoria e viene eseguita in anestesia locale o sedazione profonda, con la collaborazione di un medico anestesita e di un medico chirurgo.

La terapia prevede due fasi:

  • prelievo di tessuto adiposo dalla regione addominale, tramite un forellino cutaneo di 5-6 mm e lavorazione del materiale attraverso un filtro che rimuove il materiale di scarto, fino ad ottenere un prodotto ricco di cellule staminali.

  • somministrazione delle cellule staminali all’interno dell’articolazione o del tendine da trattare, mediante un’infiltrazione eseguita sotto guida ecografica, in modo da raggiungere il bersaglio con estrema precisione e sicurezza.

L’azione delle cellule staminali mesenchimali è di favorire la guarigione dei tessuti, ridurre il processo infiammatorio, rigenerare i tessuti danneggiati, prevenire l’utilizzo di anti-infiammatori e riitardare l’intervento chirurgico protesico.

Studio di Sassari
Studio di Alghero
Studio di Porto Torres

© Copyright Emmanuele Caldarulo - Tutti i diritti sono riservati
Sassari - Via Torino 4 (c/o Medis) - 329 255 7467
Alghero - Via Giuseppe Garibaldi 49 (c/o Centro MeC) - 329 255 7467
Porto Torres - Via Petronia 43 - 329 255 7467

Powered by E-agle - Crediti